radiologia

La qualità delle immagini radiografiche è fondamentale per poter escludere o valutare la presenza di eventuali patologie.

Essa dipende dalle caratteristiche tecniche dell’apparecchio radiologico ma soprattutto dall’operatore che decide le proiezioni più indicate per ciascun esame e i parametri di esecuzione più appropriati ( KV e MaS).

 

Nella nostra struttura attualmente utilizziamo un sistema radiologico digitale diretto con FLAT PANEL e stativo con anodo rotante ad alta frequenza. Questo strumento di ultimissima generazione ci consente di ottenere immagini nitide, di alta qualità e soprattutto di utilizzare minori dosi di esposizione ai raggi x rispetto alla radiologia tradizionale. Ci permette inoltre di elaborare al meglio le immagini ottenute e di archiviarle in file informatici di facile accesso anche dopo lungo tempo.

 

Con questo apparecchio siamo in grado di effettuare uno studio radiografico completo in pochi secondi. E’ possibile infatti scattare piu’ “lastre” in sequenza, le quali verranno visualizzate quasi in contemporanea sul monitor, senza la necessità di estrarre ad ogni scatto la cassetta radiografica ed attendere i tempi di sviluppo.

 

Cio’ comporta un minor stress per il paziente il quale rimarrà sul tavolo radiologico solo per pochi secondi.

ecografia

L'ecografia o ecotomografia è un sistema d’indagine diagnostica che non utilizza radiazioni ma ultrasuoni e si basa sul principio dell'emissione di eco e della trasmissione delle onde ultrasonore. E’ un utilissimo strumento a disposizione del veterinario che si occupa di medicina interna permettendo spesso di arrivare ad una diagnosi in modo semplice e non invasivo. E’ una metodica che può essere utilizzata per procedure terapeutiche mini invasive come ago-aspirazioni o biopsie che consentono di prelevare campioni di tessuto e caratterizzare le lesioni individuate (differenziarle ad esempio tra benigne e maligne), drenare ascessi o lesioni cavitarie.

 

Non è prevista anestesia e solo in rarissimi casi si esegue una leggera sedazione, quindi anche i pazienti in condizioni critiche possono essere sottoposti all’esame.

 

In medicina veterinaria l’ecografia può avere diverse applicazioni: diagnosi di gravidanza, valutazione dell’addome, del collo, del torace, del cuore (ecocardiografia), studio di muscoli, tendini, articolazioni e occhio.

L’ecodoppler permette di analizzare il flusso di sangue nei vasi e nel cuore; soltanto alcuni ecografi di categoria superiore hanno in dotazione doppler spettrale e colordoppler.

 

Nel nostro Centro è possibile eseguire la visita cardiologica, l’ecocardiografia e l’esame Holter per esclusione delle Cardiopatie Congenite del cane e del gatto

 

La nostra struttura e’ dotata di due apparecchi per ecografie:

  • Esaote Mylab 50 gold per le ecografie complesse e le ecocardiografie (eco-cuore)
  • SonoSite 180 Plus è un ecografo portatile caratterizzato da dimensioni ridotte che utilizziamo per l’ecografia d’urgenza
Esaote Mylab 50 gold
SonoSite 180  Plus
broncoscopia cane

Nel nostro Centro, sono attivi i seguenti servizi endoscopici:

 

  • Tracheobroncoscopia
  • Rinoscopia, faringoscopia, laringoscopia
  • Stadiazione sindrome brachicefalica con rinofaringoscopia, laringoscopia, tracheoscopia, esofago - gastroscopia
  • Gastroduodenoscopia
laboratorio analisi per cane e gatto

Nel nostro laboratorio interno siamo in grado di effettuare una considerevole quantità di analisi. Questo risulta utile nelle attività ambulatoriali di routine ma è soprattutto un ausilio indispensabile per il monitoraggio dei soggetti in terapia intensiva e da’ un grosso aiuto al raggiungimento della diagnosi nei pazienti acuti, nei quali un rapido e mirato intervento farmacologico puo’ risultare decisivo per la favorevole risoluzione del problema.

 

I pazienti intensivi richiedono un monitoraggio dei parametri ematici per avere in ogni momento un quadro clinico aggiornato della patologia in atto. In base agli esiti delle analisi nelle 24 h è possibile modulare ed eventualmente variare la somministrazione di farmaci per poter correggere ad esempio squilibri acido/base e metabolici.

Nel tempo abbiamo implementato il numero e la tipologia degli strumenti di analisi che oggi ci consentono di fornire un profilo emocromocitometrico con 18 parametri ed un profilo biochimico routinario con 15 parametri.

L’ emogas-analisi ci permette la misurazione dei gas nel sangue e la usiamo per valutare la funzionalità polmonare del paziente ed il suo equilibrio acido/base. Questo esame siamo in grado di eseguirlo in pochi minuti e ciò ci permette di prendere subito visione dell’eventuale gravità della patologia in atto. Viene eseguito sistematicamente nei pazienti acuti soprattutto se mostrano sintomi riferibili a difficoltà respiratorie severe e se sono sospettate patologie polmonari croniche ostruttive o semplicemente per valutare l’efficacia dell’ossigenoterapia.

 

Molto spesso i dati espressi dall’emogas sono necessari per monitorare i soggetti che hanno patologie metaboliche come l’insufficienza renale, l’insufficienza cardiaca, il diabete scompensato o le infezioni gravi. Queste malattie possono determinare uno squilibrio acido-base il quale deve essere prontamente corretto.

L’ esame dell’urina, completo di lettura del sedimento ed eventuale PU/CU e urocoltura, è sicuramente l’indagine più effettuata nel nostro Centro.

 

Con la citologia, che si effettua con ago-aspirazione o ago-infissione spesso ecoguidate o per impronta su vetrino, siamo in grado di interpretare la natura di masse neoformate cutanee o di organo (per discriminare ad esempio una forma benigna da una maligna), di valutare anomalie linfonodali, di studiare i liquidi cavitari, formazioni cistiche etc., cio’ ci permette di consigliare al proprietario il trattamento medico-chirurgico più idoneo.

 

Molto utile risulta lo studio dei liquidi cavitari (versamenti pleurici, addominali, ecc.), infatti attraverso l’ausilio strumentale e la citologia riusciamo a distinguere le caratteristiche dei vari versamenti ed in base ad essi ad indirizzarci verso le diverse diagnosi differenziali.

Share by: